Rivoluzione non violenta

“il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario” Steve Jobs

Tutto parte da una presa di coscienza. Si aprono gli occhi e frammenti che inizialmente sfuggivano al nostro occhio non allenato, iniziano a diventare via via più nitidi; ci si rende così conto di quanto il cuore sia in realtà sommerso, soffocato da tutta quella polvere che nel mondo d’oggi sorge spontaneamente sotto forma di “etichette”.

Concetti di Sé, di nazionalità, di razza, di religione, di professione, di sapere, tendono sempre più a stratificarsi nel nostro quotidiano vivere portandoci ad un lungo, lunghissimo “sonno”.

Sospesi nel limbo di questo sonno, che è la “non scelta”, ci addormentiamo arrivando ad adottare tutte le sembianze di una macchina: veniamo programmati con dei bisogni ben prestabiliti, crediamo ad ideologie già preconfezionate, indossiamo cose raffinate perché ci facciano sentire in qualche modo importanti, lavoriamo, ci accoppiamo, qualche anno di agognata e faticosa pensione se ci va bene e poi..?

Cosa risponderemo un giorno ai nostri figli se mai ci chiederanno dov’eravamo nel mentre accadeva tutto quello che sta accadendo nel mondo?

Lo stesso ciclo, gli stessi problemi che nella storia si ripercuotono all’infinito e noi dove siamo nel mentre accade tutto questo? Quanti sono consapevoli di esser vivi? Di vivere nel “qui” ed “ora”? Quanti sono realmente consapevoli che ogni loro scelta ha un effetto più o meno importante su tutto il creato?

119 Intelligenza

 

L’IMPORTANZA DI ESSERE PROTAGONISTI NELLA QUOTIDIANITA’ DEL NOSTRO VIVERE

Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella” Galileo Galilei

Spinti da chissà quale pazzia affoghiamo continuamente in guerre, pestilenze, in episodi di violenza senza mai riuscir a risolvere nulla.

Senza sosta, ci perdiamo senza capire che tutto ciò, in fondo, non è causato da un male o da un tiranno esterno a noi, bensì dal nostro “non voler vedere” e “non voler prender posizione”!

Molti si lamentano della società di oggi, ma quanti di questi sono realmente disposti ad essere la rivoluzione che vogliono veder avvenire nel mondo?

A poco serve sperare che siano gli “eroi”, le religioni o la politica a migliorare il mondo se prima ognuno di noi, non ha fatto dentro di Sé un salto di coscienza.

Azione e reazione si ripetono perciò all’infinito in un circolo vizioso, ed è proprio a causa di questo non essere presenti che commettiamo quotidianamente azioni orribili che distruggono prima ancora di noi stessi, tutto ciò che ci circonda. In che modo? Avete mai riflettuto sulle conseguenze sociali, etiche e salutistiche che il semplice cibo può avere?

Pesanti effetti sulla società, sull’ambiente, sugli animali ma anche su Sé stessi.

rivoluzione rivoluzione rivoluzione

Società e fame nel mondo

Un comunicato FAO del 2009 dove si parla di fame nel mondo sostiene che oltre un miliardo di individui nel mondo, un sesto dell’umanità si stima, soffre la fame!

“Sulla Terra siamo in 7 miliardi, produciamo cibo per 12 miliardi di persone, eppure 842 milioni soffrono la fame.”

Non credete ci voglia una rivoluzione? Dati allarmanti che gridano vendetta.  L’80% delle risorse mondiali viene fumato dalle società più ricche che rispetto al totale rappresentano appena il 20%.

Il costo di un Kg di carne rossa oramai lo sanno tutti: 15.400 lt d’acqua, 35 mq, 15 Kg di cereali, 36 kg di gas serra.  Cosa succederebbe se anche Cina ed India si adeguassero ai nostri standard? clicca qui se vuoi saperne di più

FOOD RELOVUTION Per l'umanità
FOOD RELOVUTION Per l’umanità

om lokah samastha sukinho bavanthu

Ambiente

È incredibile come in neanche un secolo, siamo riusciti a distruggere ambienti naturali che sono andati via via consolidandosi in milioni e milioni di anni: tonnellate e tonnellate di rifiuti urbani e industriali che produciamo giornalmente, metropoli e città sempre più inquinanti, spreco abnorme delle risorse, canali di scarico, industrie conciarie altamente inquinanti, risorse minerali prosciugate e le fognature delle migliaia di allevamenti dislocati nel globo, definite come le maggiori forme di inquinamento di fiumi e corsi d’acqua.

Come già accennato nel precedente articolo, la nostra impronta nel mondo, nel 2006 sempre la FAO ha stimato che tutta la filiera zootecnica, genera una produzione di gas serra equivalente al 18% delle emissioni globali (i trasporti per rendervi l’idea rappresentano il 13,5%). Il Worldwatch Insitute invece, che ha corretto le stime FAO e ri-conteggiato elementi prima inediti, affermava nel 2009 che la fetta di responsabilità dell’intera filiera della carne è ben superiore al 40% rispetto all’emissione totale di gas ben più pericolosi della CO2 quali metano, l’ossido di azoto, l’ammoniaca.

 

Etica oltre la specie

Come possiamo sognare la pace tra gli uomini se già alla base delle nostre azioni esiste la violenza?

Se i mattatoi avessero le pareti di vetro” diceva Lev Tolstoj proprio per denunciare ciò che avviene ripetutamente sotto ai nostri occhi “nessuno mangerebbe carne”.

Per essere sostenibile nei costi, l’industria di tipo intensivo che ad ora ricopre quasi l’intera totalità delle filiere produttive, deve massimizzare i profitti basandosi sul ribasso delle spese tagliando su qualità e costi. È normale e fisiologico il taglio dei costi per un’industria, non è però così normale che per massimizzare i profitti gli animali vengano allevati in spazi ristrettissimi, in condizioni pietose, senza mai la possibilità di respirare ed uscire alla luce di quel sole che è anche loro!

Terribile infatti il modo in cui quotidianamente, in ogni secondo, trattiamo centinaia di migliaia di animali: vitellini agonizzanti strappati prematuramente dalla madre, spazi angusti e strettissimi, castrazioni senza anestesia, viaggi infiniti, tagli del becco, produzioni del latte che porteranno le mucche allo sfinimento, pulcini che hanno appena visto la luce gettati nel tritacarne perché nati maschi.

FOOD RELOVUTION Per gli animali
FOOD RELOVUTION Per gli animali

rivoluzione rivoluzione rivoluzione rivoluzione

Salute

“Quando manca la salute, la saggezza non vale, l’arte non si può esercitare, la forza della mente e dello spirito latita, e la ricchezza non ha alcun valore”. Herofilo

Per troppi anni siamo stati indotti a pensare che a tavola ci sapessimo arrangiare senza una benché minima conoscenza in termini di nutrizione, alimentazione e salute.

Abbiamo non solo dimenticato il significato di Vis Medicatrix Naturae, ma abbiamo anche sostituito l’ascolto di Sé e la conoscenza di principi fondamentali di prevenzione e cura, con nozioni commerciali impartite dalle peggiori tra le scuole possibili: TV, Mass Media, istituti di ricerca che profumatamente pagati, ci portano alle più fuorvianti abitudini. Oggi infatti è normale riempirsi di dolci industriali, alimenti raffinati presenti in ogni nostra pietanza, bevande colorate e gassate, succhi di frutta pastorizzati, verdure di plastica, formaggi che a dir comune rendono le ossa sane e forti, integratori che sembrano donare energia e salute ecc ecc.

117 Responsabilità.jpg

LA RIVOLUZIONE PARTE DA TE

La situazione sta’ però cambiando. Sempre più sono le persone insoddisfatte di questa “realtà”. La gente inizia a farsi delle domande ed inizia sempre di più a percepire che forse non è  tutto più così scontato come poteva sembrare anni fa. Si cercano delle risposte.

I problemi non esistono, esistono solo opportunità ed è per questo che qualcosa di molto importante si sta smuovendo ed a darcene monito sono non solo il cambio della domanda commerciale, e perciò dell’offerta (negozi del biologico, ristoranti vegetariani, blog di alimentazione e benessere) ma anche progetti importantissimi quali sicuramente FOOD RELOVUTION

Food ReLOVution [clicca per vedere il trailer]
Food ReLOVution [clicca per vedere il trailer]
FOOD RELOVUTION è l’ambizioso progetto di Thomas Torelli che dopo il successo ed in contincontinuazione con un Altro Mondo, attraverso gli interventi di illustri personaggi vuole darci la percezione in modo imparziale ma scientificamente esatto e provato, quanto tutto ciò che mangiamo ha in realtà una conseguenza.

Tra i personaggi intervistati troviamo, nel campo dell’alimentazione il Dott. Franco Berrino, il Dott T. Colin Campbell – nel campo dell’ambiente quali il Dott. Noam Mohr, la Dott.ssa Vandana Shiva – nel campo dell’etica il prof. Peter Singer o James Wildman per esempio.

Tra le peculiarità che si prospettano, è che il film non è un materiale esclusivamente per vegani o ambientalisti – via quindi ogni ideologia o etichetta! Diversamente da quanto fatto sino ad oggi dove determinate tematiche quali ambiente e salute erano di predominio o a supporto di una qualche “categoria”, il progetto si prefigge di raggiungere un obbiettivo ancor più ambizioso: la presa di coscienza collettiva.

E’ solamente grazie ad una seria e personale presa di coscienza che ogni individuo potrà davvero scegliere con coerenza e responsabilità.

Non possiamo piú infatti girarci dall’altra parte con la scusa del “non lo sapevo“.

Per troppo tempo siamo stati degli automi e dilaga così tanta disinformazione che fino ad ora, nessuno si è mai posto l’obiettivo di raccontare i fatti da un punto di vista imparziale.

Il film vuole essere uno strumento stimolante di comprensione e di informazione, che ci ricorda che abbiamo il potere di cambiare le cose se lo vogliamo davvero, a cominciare da noi stessi.Tutto ciò che mangiamo ha una conseguenza. Essere consapevoli di questo, ci aiuta a capire qual è, a capire l’importanza delle nostre scelte quotidiane. A spronarci a compiere azioni basate sulla coerenza, la consapevolezza e l’amore che nasce dal rispetto per la Vita. Il cambiamento che stavamo aspettando inizia con noi stessi. La scelta è la nostra arma più potente, impariamo ad usarla. Solo allora potremo dare un contributo a cambiare il mondo. www.foodrelovution.com

.lovw love love love

ESSERE PARTE DELLA GRANDE RILOVUZIONE

Per quanto i temi di “etica ed ambiente” possano sembrare di estrema attualità, per quanto Food Relovution possa sembrare un qualcosa di troppo visionario, in realtà l’essenza di questi “messaggi” arrivano direttamente dai personaggi più influenti della storia.

Pensiamo alle antiche scritture Vediche, Zoroastro, Buddha ma anche a Gesù stesso. “Amerai il prossimo tuo come te stesso” ci insegnava Gesù. Oppure nel libro di Isaia “Mi avete sacrificato un gran numero di ovini e di bovini, ma a me non dà piacere il sangue dei manzi, degli agnelli o dei capretti; quando voi alzate le mani, Io distolgo gli occhi da voi e quando pregate non vi ascolto, perché le vostre mani sono sporche di sangue.”

Il messaggio arriva anche da maestri del calibro di Telete e di Pitagora, di Aristotele, Platone, Socrate ma non solo..Il messaggio di scelta “etica e consapevole” viene ribadito e riconfermato con fermezza dal Grande Rinascimento Italiano del Raffaello, del Giotto, del Michelangelo, del Galilei, con in testa Leonardo da Vinci, genio immortale che il mondo intero continua a ricordare e per sempre ricorderà.

Il messaggio proviene dai grandi illuminati del misticismo indiano come Yogananda, Osho, Krishnamurti.

Il messaggio viene pure urlato in modo inequivocabile dai padri storici dell’arte medica, da Ippocrate e da Claudio Galeno e trova importantissime conferme persino nella medicina più qualificata e nobile dei nostri giorni, il professore Umberto Veronesi, il dott. Franco Berrino.

Grandi e celebri scrittori e artisti di talento si sono esposti e parliamo di W. Shakespeare, J.B. Shaw, Tolstoj, Nietzsche, Tiziano Terzani, Moby.

Questi e moltri altri… ed è possibile che i più grandi geni dell’umanità siano così tanto legati ed accumunati da questi argomenti?

Non perder tempo quindi, sii parte della rivoluzione non più accontentandoti di quel poco che ti dicono ma informandoti, leggendo, studiando, mettendo in dubbio qualsiasi cosa affinchè uno spirito critico e di osservazione si affini.

“La gente ha potere ed è tempo che lo eserciti. Ha il potere economico, ha il potere di non acquistare cibi spazzatura, di evitare l’uso di farmaci inutili, ha il potere di informarsi, di contestare medici e amministratori ignoranti e collusi. La gente ha la capacità di capire che la salute non è la sanità (la possibilità di essere curati in un centro qualificato quando ci si ammala), ma è l’equilibrio delle funzioni di tutti i sistemi che costituiscono il nostro organismo. Noi siamo uomini di potere. Abbiamo il potere di rinunciare ai consumi inutili, di renderci consapevoli dei problemi che affliggono la madre terra, di non pensare che siano gli altri a dover far qualcosa, di cominciare da noi. […] Siamo ospiti su questo pianeta, prendiamocene cura, è la nostra casa. Indirizziamo le scelte di cibo e di merci verso prodotti semplici che rispettino la natura, la terra, le piante, gli animali… e gli uomini. Abbiamo il potere di vivere con poco, di mangiare cibo salutare, di masticare bene, di ridurre il rischio di ammalarci: nessuno ce ne può privare, è accessibile a tutti.” Dott. Franco Berrino,Il Cibo dell’Uomo

Rimbocchiamoci le maniche e diamoci da fare. “Sii la rivoluzione che vuoi veder avvenire nel mondo” riprendendo le parole di un piccolo grande uomo che con la Sua rivoluzione ha portato un continente come l’India all’indipendenza.

Lottiamo uniti per un mondo fraterno, rispettoso, amichevole, pacifico, consapevole perchè così, quando il nuovo mondo avverrà, anche tu potrai dire ai tuoi figli “io c’ero!

3 commenti

  1. Ciao a tutti,
    Sono davvero impressionato per tutte le condivisioni di questo articolo!
    Vorrei quindi ringraziarvi e ricordarci che se siete interessati a rimanere aggiornati vi basterá mettere mi piace alla pagina facebook “DEVA|OLTRE IL CONFINE”
    grazie di Cuore, e che sia una grande riLOVuzione 😀

    Mi piace

  2. Si possiamo cambiare, ne sono consapevole e contenta !
    Buona vita a Tutti noi, buona vita a tutti quanti esseri viventi su questo pianeta .

    Mi piace

  3. Grazie Florica – la rivoluzione parte da ognuno di noi. Grazie davvero di cuore per esser parte di questa grande realtà 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...